7 cose dipendenti felici

7 COSE CHE RENDONO FELICI I TUOI DIPENDENTI

Il Welfare aziendale fa bene ai tuoi dipendenti e alla tua impresa: è dimostrato dai risultati raggiunti da alcune prestigiose aziende che investono in politiche di welfare per i propri lavoratori.

In Italia sono ancora poche le Aziende con questa sensibilità che decidono di investire in politiche di Welfare per i propri lavoratori, contrariamente a ciò che già da qualche anno avviene in alcuni paesi esteri, soprattutto anglosassoni e scandinave.

D’altronde nel mercato del lavoro di oggi le aziende sono costantemente alla ricerca di dipendenti di valore e talento, e quando li trovano devono assolutamente renderli soddisfatti, motivati, ma soprattutto fedeli.

Si sa, dipendenti felici portano maggiore produttività.

Vediamo cosa puoi fare di concreto per migliorare la qualità del lavoro (e della vita) dei tuoi dipendenti.

1. I dipendenti amano sentirsi valorizzati

Sono i lavoratori a costituire il vero patrimonio di un’azienda.

Nel mercato del lavoro di oggi, estremamente competitivo, i lavoratori più qualificati e di talento rappresentano una risorsa scarsa per le imprese. Le politiche di Welfare Aziendale servono anche a rafforzare l’immagine del datore di lavoro e attrarre i dipendenti più virtuosi, per spingerli a scegliere di lavorare per noi, piuttosto che per altri concorrenti.

Come? Dandogli un reale valore come persone, non solo come numeri all’interno di un‘azienda.

In questo modo i dipendenti non staranno “semplicemente” lavorando, ma saranno realmente “affezionati” al proprio lavoro.

Ciò che viene chiamato “engagement lavorativo”, ossia il coinvolgimento del dipendente nei confronti del suo lavoro, è essenziale per attrarre lavoratori che mettano dedizione e impegno nello svolgere la loro mansione, che comunichino una buona pubblicità per la nostra impresa e che di conseguenza aumentino la produttività dell’intera società.

È questo l’obiettivo che sta alla base del Welfare Aziendale.

dipendenti felici grazie al welfare aziendale

2. I lavoratori sono attratti dalle aziende che hanno un piano di welfare aziendale

Il piano di welfare aziendale può essere definito come l’insieme di tutti i beni e i servizi che l’azienda mette a disposizione al dipendente in aggiunta alla sua retribuzione ordinaria, con l’obiettivo di sostenerlo, accrescere la sua salute, il suo benessere ed aumentare il suo potere di acquisto.

Lo scopo finale delle politiche di Welfare è quindi quello di aumentare la qualità della vita del lavoratore, e di conseguenza incentivarne la forza lavoro, con risultati concreti sulla produttività aziendale.

Il piano di welfare si può comporre di benefit di diverso tipo: economico o assistenziale.

Inoltre, i servizi di welfare sono deducibili dalle aziende entro certi limiti di spesa, e sono completamente detassati per i lavoratori, poiché non rientrano nel reddito imponibile, come stabilisce il Tuir – Testo unico delle imposte sui redditi, all’articolo 51. Vediamone alcuni tipi:

3. Avere a cuore la salute dei dipendenti li fa sentire protetti

Secondo il Welfare Index PMI, l’indice che valuta il livello di Welfare Aziendale nelle piccole e medie imprese italiane, già nel 2018 il 42% delle aziende ha investito in iniziative in ambito di salute e assistenza.

Nell’assistenza sanitaria integrativa sono inclusi tutti i benefit che danno la possibilità al lavoratore di ricevere un rimborso totale o parziale delle proprie spese sanitarie.

Attuare iniziative di Welfare Sanitario quindi si dimostra una mossa efficace per soddisfare un bisogno concreto del lavoratore e contribuisce a creare l’immagine di un luogo di lavoro sicuro, positivo e in grado di rispondere alle esigenze delle persone.

A seguito della pandemia da Covid-19 inoltre, l’importanza del welfare sanitario è cresciuta in relazione alle preoccupazioni delle persone, infatti sono diverse le imprese che hanno deciso di investire dei fondi dedicati alle assicurazioni per l’eventualità essere contagiati.

dipendenti felici welfare aziendale benefit

4. I dipendenti desiderano un’azienda che offre benefit familiari

Esiste una vasta gamma di benefit a sostegno delle famiglie che oltre a rispondere a bisogni concreti contribuiscono a conciliare la vita lavorativa e la vita privata, soprattutto per quanto riguarda le lavoratrici donne in procinto di dedicarsi alla maternità.

Le aziende possono decidere di investire anche in buoni per l’acquisto di pannolini, alimenti per neonati o giocattoli; o ancora possono costruire uno spazio dedicato all’asilo nido in Azienda, o ancora offrire dei rimborsi per spese già sostenute.

Al giorno d’oggi la crescente importanza al sostegno delle donne e delle famiglie nel mondo del lavoro rende le iniziative di questo tipo una prerogativa fondamentale per i giovani, da tenere in considerazione nella scelta di un futuro lavoro.

5. Vorrebbero un aiuto economico nel momento del bisogno

Il buono spesa è senza dubbio uno dei servizi di Welfare Aziendale sicuramente più diffuso e apprezzato nel nostro paese.

Si tratta di un benefit “universale”, in grado di soddisfare un bisogno che accomuna tutte le persone, ma allo stesso tempo “personalizzato” perché può adattarsi alle necessità di ognuno di noi.

Il bonus spesa infatti può essere utilizzato nelle diverse strutture convenzionate, tra cui supermercati, ristoranti, bar o servizi di food delivery, così ogni lavoratore potrà spenderlo nella modalità più adatta alle sue esigenze.

È un benefit anche estremamente flessibile, poiché può essere erogato in forma cartacea o in forma elettronica, in diverse quantità e importi.

Inoltre, è molto più conveniente per il datore di lavoro, rispetto a un aumento allo stipendio dei suoi dipendenti, perché è completamente deducibile.

dipendenti felici con bonus spesa

6. I lavoratori desiderano occasioni di crescita e benessere

Un’altra tipologia di benefit erogati al lavoratore attraverso programmi di Welfare Aziendale sono quelli che puntano a migliorare il suo benessere personale nelle diverse attività al di fuori dell’azienda.

Ad esempio le convenzioni con le palestre o i centri sportivi hanno lo scopo di favorire il benessere fisico e mentale della persona, ad esempio svolgendo attività motoria, frequentando corsi di yoga o altre attività relax.

Alcune aziende decidono anche di predisporre un locale dedicato alla palestra aziendale, in questo modo si aumenta la conciliazione tra vita privata e vita lavorativa del dipendente, che ha a disposizione un luogo dove curare la propria salute fisica comodamente accanto all’ufficio.

Altre aziende invece decidono di investire in benefit di tipo culturale o ludico-ricreativo, erogando convenzioni con teatri, cinema, musei, concerti o anche offrendo ai lavoratori dei corsi per l’aggiornamento professionale, una scelta che sta aumentando negli ultimi anni.

7. I lavoratori desiderano orari flessibili

Ultimo punto ma non meno importante è quello della flessibilità negli orari lavorativi.

Apprezzatissimi dai giovani ma soprattutto in linea con quelle che sono le nuove professioni digitali, i benefit legati alla flessibilità oraria sono decisamente all’avanguardia.

I vantaggi sono moltissimi: lavorare in smartworking permette al dipendente di risparmiare in costi di trasporto e tempo perso a causa degli spostamenti, senza contare l’eliminazione dello stress nel traffico.

Inoltre migliora la qualità del lavoro perché il dipendente può decidere il momento migliore per lui in cui dedicarsi alla propria attività e quindi quello in cui sarà più produttivo.

Nel complesso la possibilità di potersi autogestire negli orari lavorativi rappresenta un grande miglioramento per la vita della persona, che ha maggiore libertà nel soddisfare le proprie esigenze personali.

dipendenti felici in smartworking con orari flessibili


Se hai bisogno di qualche consiglio su come migliorare la qualità del lavoro dei tuoi dipendenti, oppure conosci altri tipi di benefit che possono rendere felici i tuoi lavoratori, lasciaci un commento qui sotto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca
Condividi